RICORSO PENSIONI MILITARI 81/83

ADESIONE AL RICORSO – MANIFESTAZIONE DI INTERESSE

Lo studio legale Zilio da sempre attento alla tutela dei lavoratori ed in particolare degli appartenenti alle forze dell’ordine ed alle forze armate, alla luce degli ultimi orientamenti della Corte dei Conti informa gli arruolati degli anni 1981, 1982, 1983 (per il momento escluse le forze di polizia ad ordinamento civile) del potenziale danno subito a causa dell’errata applicazione della normativa di settore in tema di calcolo della pensione da parte dell’INPS.

Il ricalcolo del trattamento pensionistico potrà pertanto essere chiesto da tutti coloro i quali si sono arruolati nei tre anni di cui innanzi.

A tal fine, lo studio legale Zilio, intende rappresentare e difendere i militari coinvolti da questa vicenda tutelando i loro diritti sin in fase stragiudiziale che innanzi alla competente Corte dei Conti.

La manifestazione di interesse al ricorso, potrà essere formalizzata mediante la sottoscrizione del relativo modulo allegato “manifestazione di interesse” da inoltrare, debitamente compilato in ogni suo spazio, unitamente al decreto pensione, al prospetto di calcolo e, ove già inoltrata, copia della diffida INPS con eventuale riscontro all’indirizzo di posta elettronica: info@studiolegalezilio.com o al numero di fax 0997329959 int. 9 o tramite raccomandata a/r all’indirizzo “Studio legale Zilio – Via Minniti, 64 – 74121- Taranto. Una volta ricevuta la documentazione richiesta, lo Studio Legale Zilio verificherà priliminarmente le singole posizioni, entro trenta giorni circa. Gli interessati saranno contattati a mezzo mail, con le successive indicazoni inerenti il ricorso.

Il compenso iniziale per l’assistenza stragiudiziale ed il giudizio sarà pattuito direttamente con il cliente da corrispondere mediante bonifico bancario su conto corrente le cui coordinate verranno comunicate in seguito alla formalizzazione dell’incarico.

All’esito del giudizio, e solo in caso di accoglimento del giudizio, verrà corrisposto un compenso pari al 10%, oltre accessori, della somma dovuta a titolo di arretrati in virtù del ricalcolo.

Per chi non riuscisse a scaricare il file può cliccare qui. Referente per il ricorso è l’avv. Ivano Zilio.

MANIFESTAZIONE DI INTERESSE

83 Comments

  • Nazario
    febbraio 2, 2018 @ 18:54

    Egregio Avvocato ZILIO,
    Trovandomi nella condizione di arruolamento negli anni in riferimento, ma ancora in servizio, Le domando se anch’io sino tenuto e debbo aderire al succitato ricorso.

    Cordialmente

    N. TERRAFINO

    • studiolegalezilio
      febbraio 2, 2018 @ 19:42

      Gentile Nazario,

      per poter proporre ricorso occorre essere in congedo ed in possesso del relativo decreto di pensione.

      Cordialmente

  • emilio
    febbraio 3, 2018 @ 10:35

    Egregio Avvocato ZILIO,
    il quesito che intendo chiederle e il seguente.
    il mio anno di di arruolamento e il 1985
    nel 1984 ho svolto il servizio militare
    ho riscattato e ricongiunto con decreto 3 anni e 29 giorni;
    allo stato attuale alla data del 31/12/1995, avevo 10+1+2 di scivolo+ 3 anni e 29 giorni (riscattati)
    ora la mia domanda e questa, si intende 15/ -18 anni di contribuzione, ho per il calcolo tengono solo a valere gli anni effettivi di servizio militare?
    la ringrazio anticipatamente per la sua risposta.
    emilio T.

    • salvatore spitaleri
      febbraio 5, 2018 @ 15:38

      Caro collega sono nella tua identica posizione. …arruolato 1985, riscattato e ricongiunto un anno di militare e 4 anni e due mesi di impiego nel civile. …. e non so cosa fare

    • studiolegalezilio
      febbraio 5, 2018 @ 20:48

      Gent.mo Emilio,
      ci contatti alla mail per verificare la Sua posizione.

    • studiolegalezilio
      febbraio 5, 2018 @ 22:26

      Gentile Emilio,
      per l’accesso al ricorso per l’art. 54 è necessario, conditio sine qua non, avere alla data del 31/12/1995 15 anni o meno di 20 di servizio effettivo a cui vanno sommati i comulativi maturati. Purtroppo, i periodi riscattati non ricongiunti, non rientrano in questa fattispecie e sono utili per un futuro conteggio della liquidazione.

      • emilio
        febbraio 9, 2018 @ 11:57

        quindi se non ho capito male, si doveva avere solo ed esclusivamente almeno 15 anni di servizio militare compreso gli abbuoni ( 1 ogni 5 per noi).
        … e non almeno 15 anni di contribuzione versata ( che siano stati inpdap + INPS) come nel mio caso, anche se ricongiunti.
        un Saluto e la ringrazio per la risposta.
        emilio T.

        • studiolegalezilio
          febbraio 21, 2018 @ 12:22

          Gent.mo Emilio,
          l’art. 54 testualmente parla di servizio utile con ogni conseguenza rispetto al concetto di servizio effettivo.
          Anche alla luce delle successive riforme ed interpretazioni, rispetto al ricorso in questione, bisogna stabilire se il concetto di servizio utile è stato superato con quello della contribuzione versata come nel suo caso.
          Ad ogni modo ove contatti lo studio a mezzo mail per verificare la Sua posizione.
          Saluti

  • Maurizio Sciortino
    febbraio 3, 2018 @ 10:52

    Buongiorno, sono un pensionato della Polizia di Stato dall’1.8.2017 , in quescienza per raggiunti limiti di età (sistema misto) arruolatomi in data 15.03.1982 (prima dell’attuazione della legge 121/81 avvenuta il 25.06.1982.
    Al 31.12.1995 avevo 17 anni e 5 mesi di contribuzione (compreso anno servizio militare 1977/1978).
    Premesso che il calcolo della pensione mi è stato fatto applicanto l’aliquota del 35%, Vi chiedo se rientro tra coloro che possono ottenere il ricalcolo della pensione con l’aliquota del 44%.

    Nel ringraziarLa, porgo cordiali saluti

    Maurizio Sciortino

    • studiolegalezilio
      febbraio 5, 2018 @ 20:43

      Gentilissimo Maurizio,
      attualmente in assenza di supporto giurisprudenziale, le forze di polizia ad ordinamento civile, sono escluse.

  • Luciano
    febbraio 3, 2018 @ 10:52

    E’ possibile anche per il personale della Polizia di Stato arruolato in quel tempo?
    Cordiali Saluti.

    • studiolegalezilio
      febbraio 5, 2018 @ 20:47

      Gentile Luciano,
      le forze di polizia ad ordinamento civile, come detto, non rientrano nella casisitica di che trattasi.

  • Giovanni Pescara
    febbraio 3, 2018 @ 12:20

    Salve le chiedo se il ricorso può essere presentato anche da persone riformate?
    Grazie

    • studiolegalezilio
      febbraio 5, 2018 @ 20:45

      Gentile Giovanni,
      certamente ovviamente se ricorrono tutti gli altri presupposti.

  • GIUSEPPE INGUANTI
    febbraio 4, 2018 @ 15:07

    Giuseppe Inguanti

    febbraio 04 – 2018

    Salve le Chiedo se potrei rientrarci nel RICALCOLO , SPIEGO in dettaglio la mia situazione :

    gia’ in PENSIONE dal 03-10-2017 ( MISTO )

    faccio presente che al 31-12-1995 Avevo 15 anni e 09 mesi ( tutto compreso , di riscatto con Legge 79 onerosa )

    Dal 1980 Al luglio 1992 contributi 10 anni e 08 mesi . ( tutti riscattati con Legge 79 Onenerosa )
    Nel 1981 / 1982 servizio Militare (riscattato con Legge 79 )

    arruolato a Luglio 1992 in Polizia Penitenziaria .

    Faccio presente che nel prospetto/risposta arrivatomi dall’INPS c’e’ scritto ultima sede di servizio , casa reclusione ……..
    dal 01-02-1980 . lo stesso fa’ presente che il corpo di Polizia Penitenziaria nel 1980 era MILITARE , e lo stesso ha svolto il militare di LEVA obbligatoria (NON come agente di custodia ) .

    Lo stesso CHIEDE se e’ possibile che rientri per il RICALCOLO , visto che ho RICONGIUNTO il tutto con legge 79 ( onerosa ) PER LO STATO DI DIRITTO , IN BASE ALLA LEGGE 79 ! GRAZIE.

  • Rosario
    febbraio 4, 2018 @ 16:54

    Avv. Zilio buonasera sono interessato alla questione essendo stato arruolato 1981 e riformato nel 2015.

    • studiolegalezilio
      febbraio 5, 2018 @ 20:50

      Gentile Rosario,
      per poter proporre ricorso occorre essere in congedo ed in possesso del relativo decreto di pensione.

      • Rosario
        febbraio 14, 2018 @ 21:02

        se sono stato riformato sono in congedo e percepisco la pensione

  • Salvatore briga
    febbraio 4, 2018 @ 19:31

    Mi sono arruolato 1981 vorrei sapere se posso ricorrere e come fare.

    • studiolegalezilio
      febbraio 5, 2018 @ 20:51

      Gent.mo Salvatore,
      per tutte le informazioni La invitiamo a contattare lo studio.

  • Antonio
    febbraio 4, 2018 @ 21:04

    Salve, è possibile conoscere se il ricorso è proponibile anche per il personale della polizia di stato. Grazie

    • studiolegalezilio
      febbraio 5, 2018 @ 20:52

      Gentile Antonio,
      le forze di polizia ad ordinamento civile, come detto, non rientrano nella casisitica di che trattasi.

  • Bonvicini Guido
    febbraio 5, 2018 @ 11:36

    Buongiorno avvocato sono un Appuntato Scelto q.s. dei Carabinieri e:
    – ho riscattato 3 anni e 9 mesi
    – mi sono arruolato nell’anno 1984
    – dal 1° gennaio 2018 sono in pensione
    – l’INPS mi ha conferito la pensione ordinaria di anzianità con il sistema MISTO in quanto alla data del 31.12.1995 avevo solo 17 anni e 2 mesi

    le chiedo se posso ricorrere anch’io ?
    secondo un mio modesto parere possono ricorrere tutti quelli che hanno maturato alla data del 31.12.1995 un periodo contributivo che rientra tra i 15 e i 20 ani come indicato nel ricorso.

    La ringrazio anticipatamente e rimango in attesa di delucidazioni

    • studiolegalezilio
      febbraio 7, 2018 @ 22:04

      Gent.mo Guido,
      al fine di valutare la sua posizione, la invitiamo a contattare lo studio a mezzo mail.
      Cordialmente.

  • Piero Randelli
    febbraio 5, 2018 @ 15:15

    Mi stavo chiedendo ma Lei risponde ai quesiti che i colleghi le hanno postato?

  • Giuseppe
    febbraio 5, 2018 @ 23:07

    Arruolato arma cc maresciallo,settembre 1983 anno di militare riscattato .riformato 2014 posso fare ricorso?

    • studiolegalezilio
      febbraio 6, 2018 @ 07:21

      Gent.mo Giuseppe,
      si può proporre ricorso. Può inviare la manifestazione d’interesse all’indirizzo mail dello studio.

  • GIUSEPPE INGUANTI
    febbraio 6, 2018 @ 09:28

    per lo STUDIOLEGALEZILIO , ho visto che ha risposto a tanti commenti , magari il mio le sara’ sfuggito , vorrei sapere se posso fare RICORSO per RICALCOLO . IL MIO MESSAGGIO E IN DATA 04 FEBBRAIO 2018 ALLE 15,07 GIUSEPPE INGUANTI . — GRAZIE X EVENTUALE RISPOSTA .

    • studiolegalezilio
      febbraio 6, 2018 @ 11:33

      Caro Giuseppe,
      nello scusarci per l’attesa, vista la Sua particolare situazione, Le chiediamo di contattarci alla mail che trova nel sito. Successivamente avrà una risposta.
      Cordialità

  • Carmelo
    febbraio 6, 2018 @ 10:56

    Buongiorno Avvocato, le ho mandato email con tutti i documenti per avere una sua risposta. In sintesi arruolato nel 1982 nell’Arma transitato x riforma causa serv nel 2003 in Pensione. Ho diritto al ricalcolo ?

    • studiolegalezilio
      febbraio 7, 2018 @ 22:06

      Gent.mo Carmelo,
      stiamo procedendo alla valutazione di ogni singola posizione. Verrà certamente ricontattato dallo Studio.
      Cordialmente

  • Massimo
    febbraio 6, 2018 @ 12:59

    Buongiorno Avvocato Zilio Le faccio due domande: Brigadiere dei Carabinieri in pensione a domanda dal 4.08.2016, arruolato l’11.03.1981 posso fare ricorso?
    Abitando a Roma può comunque patrocinarmi? Grazie della risposta

    • studiolegalezilio
      febbraio 7, 2018 @ 22:00

      Gent.mo Massimo,
      sulla base delle minime informazioni rese sembrerebbe essere nelle condizioni di proporre ricorso.
      Per ulteriori informazioni, ci contatti via mail.
      Cordialmente

  • Francesco
    febbraio 6, 2018 @ 14:29

    Egregio Avv. mi sono arruloato nel Corpo della Guardia di finanza in data 01.10.1982
    ora, di fatto, in congedo per riforma dal 07.07.2016, rientro nella casisitica?
    Saluti Francesco Pasqualetti

    • studiolegalezilio
      febbraio 7, 2018 @ 22:12

      Gent.mo Francesco,
      dalle poche informazioni, sembrerebbe rientrare nella casistica. Può inviare la manifestazione d’interesse all’indirizzo mail dello studio.
      Cordialmente

  • Frisco vincenzo
    febbraio 6, 2018 @ 15:14

    Buon giorno Avvocato e grazie per la possibilita’.
    Sulla base di dati in mio possesso e premettendo che andro’ in Pensione a domanda a far data dal 01.luglio.2018 le chiedo: Arruolato nel disciolto corpo delle GUARDIE DI PUBBLICA SICUREZZA IL 15.MARZO.1982. E FINO AL 31.DICEMBRE.1992. ANNI 14.MESI 5 GG.5 COMPRENSIVI DI 1 ANNO. 6 MESI E 28 GG DI LAVORO ESTERNO (Ricongiunto).
    POI DAL 01.gennaio.1993 al 31.dicembre.1997 sono 20 Anni.5 mesi e 5 giorni.
    Cosa mi aspetto?
    Grazie Cordiali saluti.

    • studiolegalezilio
      febbraio 7, 2018 @ 21:53

      Gent.le Vincenzo,
      come più volte ribadito nei precedenti commenti, allo stato attuale ed in assenza di conforti giurisprudenziali, la Polizia di Stato non rientra nella casistica in oggetto. Ad ogni modo, non essendo ancora andato in pensione, non potrebbe comunque proporre ricorso.
      Cordialmente

  • soleti Silvestro
    febbraio 6, 2018 @ 20:25

    Egregio avvocato Zilio mi sono arruolato nel 1981 e andato in pensione nel 2017.
    A me la copia che determina l’entità della pensione ancora non l’ho ricevuta e tantomeno l’INPS mi ha comunicato il riscatto da pagare del periodo della scuola posso fare lo stesso ricorso per avere il sistema retributivo?

    • studiolegalezilio
      febbraio 7, 2018 @ 22:09

      Gent.mo Silvestro,
      una volta in possesso di documentazione più dettagliata, la invitiamo a ricontattarci.
      Cordialmente

  • Pietro
    febbraio 7, 2018 @ 08:58

    Egregio Avvocato sono appartenente alla GdiF arruolato il 18.10.1983, non ho fatto militare e non ho contributo esterni, sono ancora in servizio. Rientro nella casistica per poter ricorrere ?
    al 31.12.1995 avevo 12 anni e 2 mesi effettivi + 2 anni e 5 mesi di scivolo. Grazie

    • studiolegalezilio
      febbraio 7, 2018 @ 21:47

      Gent. mo Pietro,
      per poter proporre ricorso è necessario essere già in pensione.
      Cordialmente

  • giuseppe bruno
    febbraio 7, 2018 @ 10:57

    Ma la Polizia di Stato, non è una Polizia civile ma ad ordinamento militare e quindi dovrebbe rientrare nel ricalcolo?

    • studiolegalezilio
      febbraio 7, 2018 @ 21:45

      Gent.le Giuseppe,
      come più volte ribadito nei precedenti commenti, allo stato attuale ed in assenza di conforti giurisprudenziali, la Polizia di Stato non rientra nella casistica in oggetto.
      Cordialmente

  • Vincenzo
    febbraio 7, 2018 @ 17:36

    Salve partito nel E.I. il 18.3.1982 il 10.10.1982 passato in A.M. come specialista alla data del 31.12.1995 non avevo i 18 anni contributivi ma più di 15 anni. A marzo 2018 dovrei andare in pensione a domanda. Con che sistema dovrei andare misto o contributivo?

    • studiolegalezilio
      febbraio 7, 2018 @ 22:18

      Gent.mo Vincenzo,
      per poter proporre ricorso è necessario essere già in pensione.
      Cordialmente

  • Salvatore
    febbraio 8, 2018 @ 10:19

    Buongiorno volevo esporre la mia situazione io sono un sott,.le M.M arruolato nel marzo 1984 e congedato per riforma nel maggio del 2013 all’atto del congedo nel documento inps alla data 31.12.1995 risulto maturato 15anni e 19 giorni sono interessato a questo ricorso grazie cordiali saluti

    • studiolegalezilio
      febbraio 21, 2018 @ 11:53

      Gentile Salvatore,
      dalle poche informazioni, sembrerebbe rientrare nella casistica.
      Può inviare la manifestazione d’interesse all’indirizzo mail dello studio al fine di valutare compiutamente la sua posizione.
      Cordialmente

  • Vincenzo
    febbraio 8, 2018 @ 11:02

    Sono in pensione da novembre 2017. Arruolato marzo 82 Marina Militare. Al 31.12.95 contributi 18 anni e 7 mesi , comprensivi di 1 anno e 2 mesi ricongiunti per lavoro esterno Legge 79. Posso ricorrere anch’io?

    • studiolegalezilio
      febbraio 21, 2018 @ 12:03

      Gentile Vincenzo
      dai dati che ha scritto sembrerebbe che lei sia andato in pensione con il metodo retributivo, attualmente calcolo più vantaggioso con implicita eslcusione dal ricorso, tuttavia può inviare la manifestazione d’interesse all’indirizzo mail dello studio al fine di valutare compiutamente la sua posizione.
      Cordialità

  • Carlo
    febbraio 9, 2018 @ 00:03

    Salve avvocato,ma per quale motivo coloro che a suo tempo si arruolarono sia negli agenti di custodia, che nel corpo delle guardie di p.s. quando ancora questi 2 corpi erano a status militare (prima delle riforme che smilitarizzarono i due corpi) non rientrerebbero nel ricalcolo pensionistico? Grazie.

    • studiolegalezilio
      febbraio 21, 2018 @ 12:06

      Gentilissimo Carlo,
      purtroppo l’attuale legislazione per le forze di polizia prevede che per calcolare per la pensione vengano utilizzati i parametri validi per il personale civile.
      Ad oggi si sta valutando di procedere con un ricorso con la necessità di adire la Corte Costituzionale tramite la Corte dei Conti (quale giudice a quo), onde far valere in tal sede l’ingiusta disparità di trattamento rispetto ai militari e, quindi, la violazione del principio di uguaglianza ex art. 3 Cost.
      Cordiali saluti

  • Michele De Santis
    febbraio 9, 2018 @ 07:37

    Buongiorno Gent.mo Avv. ZILIO,
    Sono un Sottufficiale E.I. con una anzianità di arruolamento, compresa del servizio di leva riscattato, al 28 Giugno 1983 e attualmente ancora in servizio, crede che anch’io rientri in questa casistica?
    Grazie.

    • studiolegalezilio
      febbraio 21, 2018 @ 12:10

      Gentile Michele,
      condizione necessaria per proporre il ricorso è quello di essere in quiescenza.
      Cordialmente

  • Carlo Giordano
    febbraio 9, 2018 @ 16:50

    Buona sera Avvocato sono un Ispettore Superiore della Polizia Penitenziaria arruolato a giugno del 1981 e riformato per causa di servizio nel marzo del 2017. Il calcolo della mia pensione da parte dell’inps è stato con il sistema misto e al 35%. Faccio presente che al 31.12.1995 avevo maturato compresi gli “scivoli” (regolarmente riscattati) anni 16 e mesi 6. Si rappresenta che il Corpo della Polizia Penitenziaria prima della legge395/90 del 15 dicembre era il Corpo degli Agenti di Custodia e quindi un Corpo militarizzato.
    Pertanto visto quanto sopra, le chiedo se esistono le possibilità di un eventuale ricorso su il ricalcolo della pensione al 44%.
    Nell’attesa la ringrazio e Le invio cordiali saluti.

    • studiolegalezilio
      febbraio 21, 2018 @ 19:24

      Gent.le Carlo,
      come più volte ribadito nei precedenti commenti, allo stato attuale ed in assenza di conforti giurisprudenziali, la Polizia Penitenziaria non rientra nella casistica in oggetto, anche se si sta valutando l’oppurtunità di intraprendere la via giudiziaria.
      Cordialmente

  • carmelo
    febbraio 10, 2018 @ 11:45

    Gentile Avvocato sono in pensione dal questo mese di gennaio 2018, le vorrei chiedere, io mi sono arruolato nell’aprile 1983 ma ho già lavorato da civile tutto l’anno 1981 e tutto il 1982 per un totale di 2 anni e 28 giorni gia riscattati e ricongiunti pertanto credo che si possa dire che come data inizio di lavoro anno 1981 ed andato in pensione con 41 anni e 10 mesi, rientro anch’io nei benefici del ricorso? Grazie anticipatamente di una sua risposta

    • studiolegalezilio
      febbraio 21, 2018 @ 19:27

      Gentilissimo Carmelo,
      dalla sua domanda non si evince il comparto lavorativo.
      Ad ogni buon conto se fosse il comparto Difesa, sembrerebbe rientrare nella casistica, può inviare la manifestazione d’interesse all’indirizzo mail dello studio.
      Cordialità

  • Gennaro DI PUGLIA
    febbraio 10, 2018 @ 23:07

    Egregio avvocato la mia posizione è la seguente arruolato il 26 aprile 1981 alla Scuola AS in Viterbo e a decorrere dal 01/11/2016 transitato in ausiliaria e sono gestito attualmente dal CUSE sino al novembre 2021 data sotto la quale transiterò in riserva e sarò gestito dall’INPS. Posso fare il ricorso?

    • studiolegalezilio
      febbraio 21, 2018 @ 19:34

      Gentile Gennaro,
      allo stato per il ricorso serve il decreto di pensione che viene rilasciato alla fine del transito del periodo di ausiliaria.
      Cordiali saluti

  • Lorenzo
    febbraio 11, 2018 @ 16:00

    Preg.mo Avvocato,
    ho letto con estremo interesse l’articolo sopra pubblicato e mi complimento per la Sua iniziativa volta a tutelare gli interessi del personale in divisa. Mi consenta, cortesemente, di porle un quesito di natura analoga ma al quale non mi è stata mai data un’adeguata risposta da parte dell’Amministrazione dalla quale dipendevo, nella fattispecie la Guardia di Finanza.
    Mi arruolai nel Corpo il 20 ottobre 1980, proveniente dall’Esercito nel quale avevo prestato servizio per circa quattro mesi, e fui congedato nel gennaio 1997 per varie infermità/invalidità dipendenti da causa di servizio. La pensione mi fu calcolata in base alla quota A ed a quella B, di cui alla cosiddetta “Legge Dini”, anche se io ho sempre sostenuto che, nel caso in specie, si sarebbe dovuta applicare la sola quota A, in quanto avevo superato i 18 anni di contributi figurativi già a far data dal 31 gennaio 1994. Infatti, a fronte dei 15 anni effettivi di servizio, andavano conteggiati anche i lunghi periodi di servizio svolto in zona di confine, laddove il primo anno veniva conteggiato doppio e gli altri con 4 mesi di abbuono per ogni anno ulteriore prestato.
    Tutto ciò premesso, ritiene Lei che io possa avere ragione oppure che il calcolo pensionistico sia stato effettuato correttamente?
    La ringrazio anticipatamente per una Sua eventuale e gradita risposta.
    Distinti saluti.
    Lorenzo da Trieste

    • studiolegalezilio
      febbraio 21, 2018 @ 19:41

      Gentile Lorenzo
      alla luce della sua esposizione sembrerebbe che sia andato in pensione con il metodo retributivo, che di fatto non Le permetterebbe di aderire al ricorso per l’art.54, spettante al personale andato in pensionme con il metodo misto (retributivo/contributivo).
      Per ogni altra questione può contattare lo studio tramite email.
      Distinti saluti

  • Francesco
    febbraio 11, 2018 @ 17:40

    Buongiorno avvocato. Mi risulta che oltre a chi arruolato nel periodo 1981/1983 (presumibilmente entro giugno), possono essere compresi anche quelli arruolati anche successivamente purché, come anzianità contributiva, rientrano in detto periodo. Cioè abbiano maturato almeno 15 anni contributivi al 31.12.1995. grazie

  • Salvatore MURCIANO
    febbraio 12, 2018 @ 18:49

    Egregio avvocato,
    mi sono arruolato il 06.10.1982 nell’Arma dei Carabinieri e sono stato riformato il 16.05.2016 per malattia. Posso partecipare anch’io al ricorso?
    Grazie

  • Massimo
    febbraio 14, 2018 @ 15:00

    Arruolato cc ausiliario agosto 1983 e raffermatomi ottobre 1984,riformato Maggio 2011.Posso ricorrere?Grazie

  • ignazio
    febbraio 15, 2018 @ 15:09

    salve avv. Zilio

    vorrei porre un quesito sulla mia situazione

    arruolato in data 11.10.1982 (servizio Militare)
    transitato dal servizio militare nell’arma cc in data 29.09.1983.
    riscatto contributivo oneroso dal mese di marzo del 1980, fino al 10-10.1982, precisamente circa 2 anni e 6 mesi, per un totale contributivo di 41anni e 6 mesi circa.
    attualmente in pensione volontaria con il sistema retributivo.
    ho diritto al ricalcolo ?
    grazie

  • Ferdinando savoia
    febbraio 16, 2018 @ 12:05

    Salve avvocato ho letto alcune risposte che lei ha dato ad alcuni colleghi della polizia di stato dicendo che non rientrano nel fatidico ricorso le volevo semplicemente sottolineare data la sua possibile di controllare se c è qualche soluzione al fatto che noi dell’81 eravamo militarista quindi ci dovremmo rientrare automaticamente come mai non si riesce a trovare qualche appiglio giuridico la ringrazio per il tempo che ci ha dedicato aspetto una sua gentile risposta grazie

  • cosimo
    febbraio 16, 2018 @ 15:43

    Egr. avvocato, esco fuori da questo argomento del ricorso, vorrei sapere da lei visto che nel nuovo contratto firmato qualche giorno fa sembra che ne beneficeranno solo chi sta in servizio attualmente e messo a regime dal giorno 1 gennaio 2016 al 31/12/2018, chi come lo scrivente si trova in pensione x riforma dal 20/21/2014 avrà questo beneficio? Qualora non si potrà beneficiare pensa che si possa fare ricorso?. in attesa di risposta ringrazio e porgo CORDIALI SALUTI.

  • giuseppe
    febbraio 18, 2018 @ 00:18

    Egregio avvocato mi sono arruolato nell’arma dei Carabinieri il 18.02.1981 e in pensione dal 20.12.2017. L’INPS mi ha comunicato la determina della pensione con sistema misto e calcolato 17 anni e 8 mesi al 31.12.1995 volevo sapere se rientrano nel ricalcolo

  • Luigi Aloi
    febbraio 18, 2018 @ 03:02

    Egregio avvocato vorrei sapere se rientro fra quelli che possono aderire al ricorso.
    Data di nascita:
    03 gennaio 1959
    Grado:
    Luogotenente dei Carabinieri
    Arruolato:
    il 25 marzo 1982
    Collocato in congedo a domanda per anzianità:
    il 04 agosto 2017
    Grazie

  • Walter
    febbraio 18, 2018 @ 22:59

    Vorrei sapere se posso fare il documento in studio da lei, GRZ!

    • studiolegalezilio
      febbraio 21, 2018 @ 19:51

      Buonasera,
      certo previo appuntamento l’attendiamo in studio.
      A presto

  • Ferdinando savoia
    febbraio 22, 2018 @ 12:02

    Salve avvocato mi scuso se mi ripeto .Caro avvocato le scrivo per tutti colleghi della polizia di stato che non riescono a capire come mai , noi arruolati nell 81come militari non rientriamo a far parte del ricorso . Dove’ finito il pari trattamento. La ringrazio per la pazienza che avuto aspettando una sua risposta le invio distinti saluti

    • studiolegalezilio
      febbraio 28, 2018 @ 12:11

      Caro Ferdinando,
      il problema è radicato in una serie di riforme che, come ben sapete, hanno modificato la Vs. posizione. Purtroppo ci sono già sentenze che hanno escluso l’applicazione dell’art. 54 del TU non tanto per la data di arruolamento ma nel merito delle norme applicabili.
      Cordiali saluti

  • Adolfo Morgante
    febbraio 22, 2018 @ 18:48

    Gent. Avvocato, volevo solo far presente che per noi della polizia di stato arruolati prima del 25 giugno 1982, esiste lo status militare che si acquisisce il giorno dell’arrruolamento e non si perde mai, pertanto credo che possa fare qualcosa anche per noi . Grazie

    • studiolegalezilio
      febbraio 28, 2018 @ 12:25

      Gentile Adolfo,
      come ho già scritto vi è un problema normativo tradotto in recenti sentenze sfavorevoli. Ovviamente sarà nostra premura fornire in tempo reale eventuali aggiornamenti in caso di mutamenti giurisprudenziali rilevanti per la fattispecie che Vi riguarda.
      Cordialità

  • Alfredo
    febbraio 23, 2018 @ 22:06

    Sono un ex 1° Mar. In pensione dal 21.042016 (riformato) mi sono arruolato 12/10/1982 ho presentato la diffida all’INPS da pochi giorni.
    Le volevo chiedere ma devo dare ricorso? O devo aspettare che l’INPS mi dia una risposta.
    Grazie.

    • studiolegalezilio
      febbraio 28, 2018 @ 12:27

      Buongiorno, in seguito alla diffida bisogna attendere i termini di legge per procedere con il deposito del ricorso.
      Cordiali saluti

  • Giuseppe
    febbraio 24, 2018 @ 14:34

    Buongiorno avvocato sono un Appuntato Scelto dei Carabinieri in pensione dal 28/02/2017 e:
    – mi sono arruolato il 30/09/1983;
    – ho svolto il servizio militare per intero (anni1);
    – ho totalizzato anni due e mesi tre di lavoro all estero (Germania );
    – l’INPS mi ha conferito la pensione ordinaria di anzianità con il sistema misto.
    le chiedo se posso ricorrere anch’io ?
    La ringrazio anticipatamente e rimango in attesa di delucidazioni

  • antonio comba
    febbraio 25, 2018 @ 11:27

    Buongiorno avvocato, le chiedo, il ricorso lo deve presentare chi è stato riformato per qualsiasi motivo prima del 60°anno di età, ho chiunque purchè arruolato negli anni 81/83. Perchè leggendo alcune sendenze, il Giudice precisa “visto che il militare RIFORMATO non ha potuto continuare lo svolgimento del servizio per cause di servizio a lui attribuite, gli viene riconosciuta l’attribuzione del ricalcolo della pensione al 44 %……..- grazie buona giornata e buon lavoro.

    • studiolegalezilio
      febbraio 28, 2018 @ 12:29

      Gentile Antonio,
      non sapendo a quale sentenza si riferisce, sembrerebbe discutersi della differente fattispecie del moltiplicatore.
      Saluti

  • Giuseppe SURIANO
    febbraio 26, 2018 @ 12:55

    Buongiorno Gentilissimo Avvocato, sono un Appuntato Scelto dei Carabinieri posto in congedo assoluto per invalidità in data 16 Luglio 2015:
    – mi sono arruolato il 30 Gennaio 1982 Carabiniere Ausiliario;
    – mi sono riammesso il 05 Ottobre 1984;
    – ho riscattato i 5 anni;
    – l’INPS mi ha conferito la pensione ordinaria diretta di inabilità con il sistema MISTO;
    Le chiedo se posso ricorrere anch’io nel ricalcolo della pensione o in altri ricorsi in corso;
    Resto a disposizione per qualsiasi chiarimento. RingraziandoVi anticipatamente per quanto farete.
    Cordialmente porgo i miei rispettosi saluti.

  • Carlo
    febbraio 26, 2018 @ 16:31

    Buongiorno avvocato, sono un Appuntato Scelto Q.S. dei Carabinieri prossimo alla pensione. Le chiedo se il periodo contributivo complessivo, alla data del 31 12 1995, deve intendersi riferito solo al servizio prestato presso l’arma dei Carabinieri (anni 11, mesi 10 e giorni 9) o anche al lavoro svolto, prima di arruolarmi, nel settore privato ( anni 4 e mesi 3, ricongiunti), tenuto conto che, sommando i citati periodi, complessivamente risultano contributi pari ad anni 16, mesi 1 e giorni 9. In attesa di riscontro, le porgo distinti saluti.

  • Antonio Fino
    febbraio 27, 2018 @ 10:17

    Egregio Avvocato ZILIO,
    Buon giorno sono un pensionato della Polizia Penitenziaria, in quiescenza dall’11/09/2011 (sistema misto) arruolato il 10/09/1981 in qualità di Agente Ausiliario nel Corpo degli Agenti di Custodia al termine del servizio di leva ho raffermato. Nel 1990 il Corpo degli Agenti di Custodia è stato smilitarizzato passando al ruolo civile nel Corpo della Polizia Penitenziaria. Ogni cinque anni ho riscattato gli anni di abbuono spettanti compreso nove mesi di lavoro svolto prima dell’arruolamento. Chiedo se posso avere il ricalcolo della pensione.
    Altro quesito se posso sottoporlo alla S.V. e che ho formulato la sottoscritta istanza al Ministero di Giustizia in data 12/10/2017 ad oggi non ho ricevuto risposta.
    Oggetto: Istanza per il calcolo definitivo della pensione per Sostituto Commissario Polizia Penitenziaria.
    Il sottoscritto Ispettore Capo in pensione Antonio Fino, arruolato il 10/9/1981, in data 17/09/1995 Promosso Vice Ispettore, 18/09/1997 Ispettore, 18/09/2004 Ispettore Capo, chiedo lumi inerente alla mancata promozione al grado superiore come si faceva entro il 31 dicembre del 2014, i lavoratori del comparto delle Forze dell’ordine nell’ultimo giorno di servizio venivano promossi al grado superiore, premetto che sono in pensione dal 11 settembre 2011 e comunque il 20 settembre 2011 sarei dovuto essere promosso Ispettore Superiore per anzianità di servizio cosa che non è avvenuto. Come da Decreto 29 maggio 2017 numero 95, vi è l’applicazione art. 44, comma 20 agli attuali colleghi in servizio le quali direzione hanno proceduto alla quantificazione degli emolumenti arretrati maturati in ordine ai rispettivi periodo es nel mio caso dal 18/09/2002 al 18/09/2004 periodo ci cui ero in servizio. Se non faccio errori io, dovrei essere in pensione con il grado di Sostituto Commissario, ma di recente il Ministero mi ha mandato il congedo con il grado di Ispettore Capo. CHIEDO
    Delucidazione al mancato inquadramento all’atto del collocamento alla pensione nella qualifica di Sostituto Commissario.
    La ringrazio anticipatamente per la sua risposta.
    Antonio Fino.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *